+39 347 2513730
KvB

Galateo Blog

8. May
Verfasser:
KvB

Dresscode a scuola?

A scuola con le ciabatte? E' da un po' di tempo che sto seguendo le polemiche sull’abbigliamento degli studenti nelle scuole. Durante i miei corsi nelle classi ne parliamo sempre, e i risultati sono spesso stupefacenti. La maggior parte dei ragazzi sa bene quali vestiti sono adatti a quale occasione, le anime si dividono poi sulla quantità di strappi (dei jeans) permessi, e sulla fatidica questione delle ciabatte.

Detto questo, a mio parere comunque i ragazzi vanno aiutati, e qualche indicazione/regola bisogna darla. Questo vale, ovviamente anche per gli insegnanti, che dovrebbero dare un buon esempio.

Ne parla oggi su La Stampa Valeria Fantino, Preside dell’istituto comprensivo Centro Storico di Moncalieri (Torino), che spiega “Nelle scuole medie i ragazzi cominciano a capire come funzionano certi meccanismi e noi tutti siamo responsabili della loro formazione ed educazione. Tra queste cose c’è anche l’importanza di capire che ogni luogo ha una forma da rispettare. Se oggi vengono a scuola con i pantaloni strappati o le minigonne, domani non capiranno che ad un colloquio di lavoro o in un ufficio ci si deve presentare indossando un abbigliamento opportuno”.

In effetti è così. è importante insegnare ai ragazzi che i vestiti vanno scelti tenendo presente il contesto e il proprio ruolo in quel contesto. E che certi vestiti non vanno bene in alcuni luoghi, tra cui la scuola. Non per purismo o rigidezza, ma per aiutarli a sapersi poi orientare nel mondo degli adulti. Non esiste abbigliamento giusto o sbagliato, esiste solo quello giusto per una determinata occasione. Se un’istituto scolastico decide di dare delle regole per l’abbigliamento, è importante che siano accettati da ragazzi e genitori.

La scuola tedesca a Milano ha risolto così questo dilemma: un gruppo formato da studenti, genitori e insegnanti ha elaborato un dresscode per gli studenti della scuola. Niente di strano, richiesta solo una lunghezza minima per gonne e pantaloncino (metà gamba) e niente scollature ampie o reggiseni a vista. Chi trasgredisce riceve una maglietta (a modo) da indossare durante l’orario scolastico.

Zum Blog zurück
Nach oben