+39 347 2513730
KvB

Galateo Blog

13. May
2016
Verfasser:
KvB

Le 10 regole d'oro del galateo in tavola

“Mostrami come mangi e ti dirò chi sei.”

La prima impressione conta. Che si tratti di un’occasione privata o professionale, che siate l'ospite o voi ad ospitare, le buone maniere a tavola sono indispensabili per chi vuole comportarsi con stile e affrontare qualsiasi pasto in modo rilassato e sicuro di sé. Il galateo prescrive delle regole abbastanza rigide per quanto riguarda il bon ton a tavola, che devono essere rispettate, senza però perdere la propria naturalezza e spontaneità.

Ecco a voi un piccolo riassunto con le 10 regole d’oro del galateo a tavola:

1. Posizione: La posizione corretta a tavola è stare seduti dritti, senza incurvare o appoggiare la schiena. Dietro la schiena deve rimanere durante tutto il pasto lo spazio per un topino immaginario, davanti invece per un gattino sdraiato sulle nostre gambe. I gomiti vanno tenuti il più vicino possibile ai fianchi, e soltanto i polsi possono toccare la tavola.

2. Borsetta, cellulare & Co: L’unica borsa adatta alle occasioni formali è la clutch, che va sistemata dietro la schiena oppure sulle gambe sotto il tovagliolo. Se si ha un altro tipo di borsa, bisogna sistemarlo accanto a noi, oppure appenderla con l’aiuto dell’apposito gancio. Il cellulare va spento e tenuto in tasca, e anche gli occhiali dopo l’utilizzo vanno sistemati nella tasca o nella borsa.

3. Tovagliolo: Il tovagliolo va aperto, piegato in due, e appoggiato sulle gambe con la parte aperta rivolta verso la pancia. Legarlo intorno al collo è da maleducati! Quando ci alziamo da tavola, il tovagliolo si mette a sinistra del piatto. Prima di bere e dopo aver bevuto si pulisce e si asciuga la bocca con il tovagliolo.

4. Niente fretta: Prima di iniziare a mangiare, si aspetta che tutti i commensali siano seduti e serviti. La padrona di casa dà il via, con un semplice cenno della testa, oppure, in ambienti informali, anche con un “buon appetito”.

5. Mai le mani: Il cibo non deve essere toccato con le mani (a parte il pane e alcuni frutti). Solo quando in tavola sono presenti le finger bowls, piccole ciotole con acqua e limone, è permesso mangiare con le mani.

6. Il pane: Il pane va sempre spezzato, mai tagliato o farcito e mangiato come un “panino”.

7. Conversazione: Durante il pasto si mantiene una conversazione continua, concentrandosi su tematiche che possono interessare tutti i commensali. Si evitano temi come malattie, morte, politica, religione e problemi personali. Non si parla (e non si beve) con la bocca piena.

8. Posate: Una volta utilizzate, le posate non toccano più la tovaglia. Quando facciamo una pausa, per parlare, utilizzare il tovagliolo, o per allontanarci un momento, le posate vanno messo in posizione obliqua con la punta del coltello e della forchetta che si toccano. Quando abbiamo finito di mangiare, le posate vanno appoggiate in posizione ore 16:20 sul piatto, con i manici sul bordo. Non è segno di stile mettere il coltello in bocca, fare rumore con le posate o pulire il coltello con l’aiuto della forchetta.

9. La scarpetta: raccogliere la salsa nel piatto con un pezzetto di pane è permesso solo ed esclusivamente in un contesto familiare.

10. Stuzzicadenti & Co: L’uso degli stuzzicadenti a tavola è vietato. Lo stesso vale per il make up delle signore: il trucco va ritoccato solo in bagno.

Consiglio dell’esperta: Comportati a casa come dal re, così dal re potrai comportarti come a casa!

 

 

Zum Blog zurück
Nach oben

Mit dem Besuch dieser Webseite erklären Sie sich damit einverstanden, dass wir Google Analytics benutzen. Hier mehr zum Datenschutz.

OK