+39 347 2513730
KvB

Galateo Blog

12. Apr
2016
Verfasser:
KvB

Lezione di galateo in tavola: gli asparagi

È arrivato il tempo degli asparagi. Bianchi o verdi, questo prezioso regalo della natura si trova da solo o come ingrediente in tantissimi piatti in questa stagione dell’anno. Ma come si mangiano gli asparagi correttamente?

Il galateo tradizionale vietava l’uso del coltello per tagliare l’asparago. Si mangiavano con le mani, intingendoli nella salsa e portandoli alla bocca con l’aiuto della forchetta o con l’apposita pinza da asparago. Per sciacquarsi le mani e pulirsi le dita dal grasso della salsa, in tavola venivano poste delle ciotoline con acqua e limone, le cosiddette ‘finger bowl’. La ragione del divieto del coltello era dovuta al fatto che la lama in ferro a contatto con l’asparago subiva una reazione chimica che causava un cambio di colore o la comparsa di ruggine, come succedeva anche per le uova, le patate e l’insalata condita.

Oggi le lame dei coltelli non sono più in ferro ma in acciaio inox inossidabile, e alcune regole di galateo si sono adattate. Il galateo moderno infatti permette di utilizzare sia coltello che forchetta per gustare gli asparagi. Si inizia dalla punta, tagliandone un pezzo e intingendolo nella salsa, per poi procedere fino alla fine del gambo. In questo modo le mani rimangono pulite e non si rischiano brutti incidenti durante il pasto.

Nei ristoranti di alto livello troverete comunque la pinza da asparago e anche la ‘finger bowl’, e farete sicuramente bella figura se saprete come utilizzarle.

Zum Blog zurück
Nach oben

Mit dem Besuch dieser Webseite erklären Sie sich damit einverstanden, dass wir Google Analytics benutzen. Hier mehr zum Datenschutz.

OK