+39 347 2513730
KvB

Galateo Blog

4. Jul
2016
Verfasser:
KvB

Odori corporei, come affrontare il problema con stile

L’estate è arrivata e con il caldo diventa di nuovo attuale una tematica delicata: gli odoro corporei. Durante i miei seminari di business etiquette, i partecipanti spesso mi chiedono come affrontare questo ‘problema’ all’interno dell’ufficio, senza offendere nessuno. Cosa fare se un collega emana degli odori spiacevoli? Forse è ammalato oppure semplicemente poco curato? Non importa quale sia la ragione, l’importante è di non mettere la persona in difficoltà davanti agli altri.

Ecco qui tre modi per risolvere il problema con stile:

1. Un colloquio a quattr’occhi Una chiacchierata onesta è sicuramente l’alternativa più valida

• Cercate di parlarne appena possibile, prima che in ufficio si inizi a sparlare.

• L’atmosfera è importante! Scegliete un posto tranquillo, dove tutti e due state comodi, senza barriere in mezzo.

• Tagliate corto. Un colloquio del genere può durare anche soltanto tre minuti, inutile perdere tempo con frasi riempitive.

• Come prima cosa, rassicurate il collega, dicendogli che lo stimate e che non avete niente da dire sul suo lavoro.

• Arrivate al punto. Potreste per esempio dire “Caro Sig. Monti, ho notato che succede che porta la stessa camicia per più giorni di seguito e che ogni tanto emana un odore forte. È tutto a posto da lei?”

• Evitate assolutamente frasi del tipo: “È da mesi che puzza, dà fastidio a tutti”.

2. Appello a tutti

In alcuni casi potrebbe essere utile ricordare a tutti i dipendenti e colleghi le regole dell’ufficio. Lo potete fare durante una riunione oppure con una e-mail di gruppo. Ripetete gli standard igienici e il dresscode della società, e ricordate a tutti che ogni dipendente rappresenta l’azienda verso l’esterno. Se non avete delle regole già impostate, potrebbe essere utile chiamare un Trainer d’etichetta per redigere un documento riassuntivo.

3. Messaggi personalizzati

Una manager ha risolto una volta un problema di ‘odori’ di una collega, invitandola in un bar dopo il lavoro. Sedute al tavolo, la manager ha tirato fuori dalla borsa un deodorante e si è scusata dicendo: “Arrivo subito, vado un attimo a rinfrescarmi”. Tornata al tavolo ha spiegato: “Perdonami, ma spesso dopo una giornata di lavoro non odoro più di fresco e ogni tanto non me ne accorgo. Potresti gentilmente aiutarmi e dirmelo quando succede? Possiamo accordarci che ce lo diciamo a vicenda?”. Il messaggio è arrivato, senza offendere nessuno, perché la manager si è messa sullo stesso piano della collega.

Zum Blog zurück
Nach oben

Mit dem Besuch dieser Webseite erklären Sie sich damit einverstanden, dass wir Google Analytics benutzen. Hier mehr zum Datenschutz.

OK